Filmato

24 marzo 2021 Corio Redazione

L'artista di fama mondiale originario di Corio attraverso i suoi canali social per tutto marzo racconterà il suo rapporto con la ricerca

Arturo Brachetti primo "ambasciatore" per i 35 anni dell'Istituto di Candiolo - VIDEO -

La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus opera dal 1986: grazie alla generosità di oltre tre milioni di sostenitori

Musica e spettacolo Solidarietà Sanità
Dopo di lui ogni mese, e per tutto il 2021, altri volti noti scenderanno in campo per la nobile causa

Arturo Brachetti, artista trasformista di livello internazionale sebbene da sempre legato al nostro territorio, viste le origini coriesi (non è raro imbattersi in lui a Corio dove conserva ancora la casa di famiglia), sarà il primo “Ambasciatore” del 35° anniversario della nascita della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro e, attraverso i suoi canali social, per tutto marzo racconterà il suo rapporto con l’Istituto di Candiolo-IRCCS.


Dopo di lui ogni mese, e per tutto il 2021, altri volti noti scenderanno in campo per la nobile causa.
Intanto partono i lavori del nuovo piano di ampliamento dell’Istituto di Candiolo, che nei prossimi anni metterà a disposizione di pazienti, medici e ricercatori nuovi spazi di cura e di ricerca.

Il Covid 19 non ferma le attività dell’Istituto, che continua a garantire il suo impegno a favore dei pazienti oncologici. La Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus opera dal 1986: grazie alla generosità di oltre tre milioni di sostenitori tra privati, associazioni, fondazioni, imprese e istituzioni, ha realizzato un centro di eccellenza internazionale al servizio di tutta la comunità.

AAA