Articolo

28 ottobre 2019 Leinì Redazione

Arrestato un italiano ventenne e denunciati 5 marocchini

Refurtiva e stupefacente in un alloggio scoperto seguendo i "tossici" da Mappano a Torino

Operazione dei carabinieri di Leini e Falchera con l'ausilio delle unità cinofile di Volpiano

Accusati anche di furto di energia elettrica pubblica

I carabinieri di Leini e  della stazione Falchera, con l'susilio del nucleo cinofili di Volpiano, hanno arrestato un italiano di vent’anni per detenzione di stupefacenti e denunciato cinque marocchini, tra i 3o e i 40 anni, per ricettazione e furto di energia elettrica.

Il riscontro dei militari è stato reso possibile dopo il pedinamento di alcuni tossicodipendenti di Mappano che andavano a cercare droga a Torino. Individuato il  pusher che operava in un alloggio  di via Carema 2 anche se le consegne di stupefacente, nello specifico marijuana e hashish, avvenivano in strada, su appuntamento.

Durante la successiva perquisizione i carabinieri hanno sequestrato 300 grammi di "droga leggera". È stato inoltre individuato un alloggio in via Cottolengo, in uso ai clienti del pusher, trasformato in un centro di smistamento e deposito di refurtiva. Merce rubata che, sempre per gli inquirenti, veniva poi smerciata per poter comprare la droga.

Inoltre l’impianto elettrico dello stabile era stato manomesso e  collegato con un cavo alla rete elettrica pubblica.