Articolo

11 aprile 2019 Ciriè Redazione

Il timore è che quando i topi salgono in superficie di giorno potrebbe significare anche un sovrapopolamento nel sottosuolo

Ratti grossi e "spregiudicati": preoccupazione in alcune vie della città

Alcuni cittadini si sono rivolti all'Asl e al Comune: segnalazioni da via Kennedy e via Gazzera

Da qualche giorno giungono alla redazione segnalazioni in merito alla presenza, in pieno giorno, di grossi ratti che"allegramente" circolano in aree urbane

Da qualche giorno giungono alla redazione segnalazioni in merito alla presenza, in pieno giorno, di grossi ratti che"allegramente" circolano in aree urbane, nello specifico via Gazzera e via Kenney, a ridosso di abitazioni e negozi. Ora, giungono anche le foto. Alcuni cittadini si sono rivolti, naturalmente, anche all'Asl e al Comune. La situazione è stata rimarcata anche dal consigliere del Movimento 5 Stelle Franco Silvestro: "Viene da chiedersi quanti altri siano presenti nel sottosuolo. in caso anche solo di piccoli lavori, ad esempio collegare uno scarico, o sostituire un tubo dell'acqua nella strada, il rischio potrebbe aumentare". Il timore è che quando i topi salgono in superficie di giorno potrebbe significare anche un sovrapopolamento nel sottosuolo
"Ricordo che Il sindaco è autorità sanitaria locale, ed è tenuto ad attivarsi in caso di problemi di igiene e sanità pubblica - continua Silvestro - Sollevo anche io problema, per sollecitarne l'intervento. magari prima che qualcuno finisca morsicato. Anche via Gazzera fa parte di Ciriè".

Aggiornamento, l'Amministrazione si è attivata per la risoluzione del problema, di seguiito il comunicato comunale: «In questi giorni, è stata segnalata la presenza di topi in via Gazzera: il Comune di Cirié è già attivo su questo fronte, sono state predisposte verifiche da parte di una ditta specializzata in disinfestazioni e i primi esiti non evidenziano elementi critici per quanto riguarda l’igiene urbana. Sono già in fase di predisposizione gli interventi che porteranno all’eliminazione della problematica, che purtroppo si può verificare nei mesi primaverili, quando le piogge innalzano il livello dei canali».