Filmato

23 gennaio 2020 Venaria Reale Andrea Trovato

I lavoratori dell'azienda che produce quadri elettrici e di controllo protestano contro la decisione di trasferire il reparto montaggio in Francia

Scioperi "a singhiozzo" alla Schneider contro i possibili esuberi - VIDEO

La decisione della multinazionale comporterebbe il licenziamento di diciotto lavoratori, ma i sindacati non ci stanno: «I vertici facciano un passo indietro»

Continuano gli scioperi a singhiozzo dei lavoratori della Schneider, azienda che produce quadri elettrici e di controllo. Il motivo? La multinazionale francese, proprietaria dello stabilimento di di via Casagrande a Venaria Reale, ha annunciato la volontà di trasferire il reparto montaggio in Francia: una decisione che comporterebbe il taglio di diciotto operai, assunti con contratto interinale, su un totale di duecento dipendenti. «Abbiamo deciso di incrociare le braccia per protestare contro questa scelta dei vertici aziendali - spiega Paolo Baggio, sindacalista della Fiom Cgil, nell'intervista (video di Costantino Sergi) rilasciata al nostro giornale - che avrà una ricaduta di non poco conto sui lavoratori». Martedì 28 gennaio ci sarà un incontro all'Unione Industriale di Torino. «Chiederemo ai rappresentanti della multinazionale - conclude Luigi Cusenza, sindacalista della Uilm - di tornare sui propri passi affinché il reparto montaggio possa restare a Venaria, salvaguardando così tutti i posti di lavoro».

(Tutti gli approfondimenti sul giornale in edicola giovedì 30 gennaio)